SEGRETARIATO
                 ATTIVITA'
           ECUMENICHE

saenazionale@gmail.com

                        
ASSOCIAZIONE INTERCONFESSIONALE DI LAICI PER L'ECUMENISMO E IL DIALOGO A PARTIRE DAL DIALOGO EBRAICO-CRISTIANO                  

 

 

 


«Questo è un viaggio verso l’unità». Così papa Francesco mentre partiva ha definito il pellegrinaggio ecumenico del 21 giugno, recandosi in visita al Consiglio ecumenico delle Chiese a Ginevra su invito del segretario generale del CEC Olav Fykse Tveit e della moderatrice del Comitato centrale Agnes Abuom, in occasione del 70° anniversario della sua fondazione, avvenuta ad Amsterdam il 23 agosto 1948.

Un’unione fraterna

    Il CEC, come noto, si definisce un’unione fraterna (fellowship) di Chiese ed è costituito oggi da 348 membri di tradizione prevalentemente protestante, anglicana e ortodossa, per un totale di circa 560 milioni di fedeli. La Chiesa cattolica partecipa come osservatrice, mentre è membro a pieno titolo della . . .

di Daniela Sala

20 aprile 2017

Studio biblico [1] di  Jione Havea [2]

“Va!" Dio ha comandato ad Abram di andare a stabilire qualcosa di simile a un sistema di benessere in una terra che non ha nominato [3]. Dio si presenta come una zia o uno zio che tiene un lecca-lecca dietro la schiena come incentivo, in modo che un bambino svolga prima un compito.. "Se vai ... ti darò  queste cose ..."

 

23 aprile 2017

A Pasadena (California, USA) si è svolto l'incontro del Gruppo consultivo congiunto tra le chiese pentecostali e il Consiglio ecumenico delle Chiese sui temi del discepolato e della formazione.

22 aprile 2017

Facendo un passo importante verso il coinvolgimento delle Chiese in ordine al benessere dei bambini, il Consiglio ecumenico delle Chiese (CEC) ha recentemente pubblicato "Impegni delle Chiese per bambini", un aperto invito alle chiese membro del CEC e ai partner a rispondere alle esigenze dei bambini come parte integrante dell'impegno ecumenico al pellegrinaggio di giustizia   e di pace.

 

19 aprile 2017

Il Consiglio ecumenico delle chiese (CEC) si è unito al Consiglio nazionale delle chiese in Corea del Sud (NEEK) nell’esprimere profonda preoccupazione per il riposizionamento della portaerei a propulsione nucleare USS Carl Vinson della marina militare degli Stati Uniti nei mari che circondano la penisola coreana.

 18 aprile 2017

 

“Ancora una volta quest’infernale spirale di violenza rende evidente la necessità di passi concreti verso la pace in Siria. Facciamo appello a tutti i governi e a tutti i gruppi armati coinvolti affinché si ponga immediatamente fine a qualsiasi uso della forza, affinché ci si impegni a sostenere la pace attraverso un processo politico, per il futuro del paese e per il bene di tutti i suoi abitanti”. Con queste parole il segretario generale del Consiglio ecumenico delle Chiese (CEC), Olav Fykse Tveit, ha condannato l’attentato che il 15 aprile scorso ha tolto la vita a più di cento persone, tra cui 68 bambini: un attacco terribile, perché sferrato a un convoglio di pullman, che nel rispetto del “cessate il fuoco” stabilito tra le fazioni in guerra, stava cercando di sfollare la popolazione civile da Foua e Kfarya, due località a maggioranza sciita nei pressi di Aleppo.

 

06 aprile 2017

Sulla scia delle nuove notizie relative a un terribile attacco con le armi chimiche nella Idlib Governance  della Siria, Olav Fykse Tveit, segretario generale del Consiglio ecumenico delle Chiese (CEC), ha invitato a un cambiamento culturale nella regione e ha espresso profondo cordoglio alle famiglie delle vittime.

05 aprile 2017

Il Consiglio ecumenico delle Chiese (CEC) ha condannato come “crudeli e spregevoli” le azioni dei responsabili dell'esplosione letali sul metro a San Pietroburgo, che ha ucciso 14 persone e ferite di almeno 49, chiedendo preghiere per le vittime e i loro cari.

02 aprile 2017

Il 15 marzo, nel corso della 61a sessione annuale della Commissione delle Nazioni Unite sulla Condizione delle Donne (CSW), Donne ecumeniche (EW) hanno organizzato un evento di testimonianza pubblica nella Cappella Tillman presso il Church Center delle Nazioni Unite (CCUN) per mobilitare le comunità di fede e la società civile affinché lavorino insieme per porre fine alla violenza di genere.

 


31 marzo 2017

Il rapporto pubblicato dalla Commissione verità e riconciliazione del Canada nel giugno 2015 sul maltrattamento dei bambini aborigeni nelle scuole residenziali gestite dalle chiese comprendeva un invito ai non-aborigeni canadesi a informarsi circa l'impatto dei coloni europei e dei loro discendenti sui popoli indigeni del paese.  Le persone di Chiesa hanno preso sul serio quell’ invito. Una simulazione storica chiamata  Blanket Exercise sta dimostrando di essere una delle più popolari e più efficaci esperienze di apprendimento. La rete ecumenica di advocacy canadese, KAIROS, ha sviluppato l'esercizio 20 anni fa. Ed Bianchi, coordinatore del programma KAIROS, riferisce che, dopo che la Commissione ha pubblicato i suoi inviti all'azione, la domanda di laboratori di Blanket Exercise è quasi triplicata.