SEGRETARIATO
                 ATTIVITA'
           ECUMENICHE

saenazionale@gmail.com

                        
ASSOCIAZIONE INTERCONFESSIONALE DI LAICI PER L'ECUMENISMO E IL DIALOGO A PARTIRE DAL DIALOGO EBRAICO-CRISTIANO                  

 

 

 


Pubblichiamo il messaggio letto da Paola Mannetti del gruppo romano del SAE, in occasione della messa di commiato, che si è tenuta a Roma preso la parrocchia Mater Dei, venerdì 21 settembre 2018.

        Leggi il messaggio

Don Giuseppe Sorani       

1978 - Don Giuseppe Sorani durante la
Sessione estiva del SAE - La Mendola (Bolzano)

Don Giuseppe è nato a Roma, il 29 dicembre 1929 da una famiglia ebrea. Tale origine ha caratterizzato la sua vita, compresa la pagina dolorosa della guerra e della shoah, che gli lacerò il cuore e la famiglia.
Quando aveva 14 anni, per sfuggire ai rastrellamenti nazisti e fascisti, fu accolto e salvato assieme al fratello Giovanni nella casa orionina di Via Induno a Trastevere.
Nel 1945, dopo un periodo di riflessione e ricerca interiore chiese di ricevere il Battesimo e poi si avviò alla consacrazione come religioso e sacerdote orionino. Amava ripetere: "Ho passato i mio primo ventennio di vita come ebreo, il secondo come cristiano, il terzo - dopo il Concilio Vaticano II - come ebreo cristiano".
Don Giuseppe Sorani è stato un uomo e sacerdote di grande valore intellettuale, morale e religioso. Aveva seguito gli studi in Filosofia alla Pontificia Università Gregoriana di Roma, Laureato in Legge nel 1967 alla Sapienza e in Teologia Morale all’Alfonsianum.
È stato uno dei protagonisti del dialogo ebraico-cristiano e dell'ecumenismo post-conciliare. Per molti anni ha offerto il suo contributo nel Segretariato Attività Ecumeniche ed in particolare nel gruppo romano del SAE, è stato animatore dell'Amicizia ebraico-cristiana, membro della Commissione diocesana di Roma per l'ecumenismo e il dialogo.