SEGRETARIATO
                 ATTIVITA'
           ECUMENICHE

saenazionale@gmail.com

                        
ASSOCIAZIONE INTERCONFESSIONALE DI LAICHE E LAICI PER L'ECUMENISMO E IL DIALOGO A PARTIRE DAL DIALOGO EBRAICO-CRISTIANO                  

 

 

 


«Non sarà la morte a dirci: «È finita!», ma il Cristo. Solo alla sua parola il nostro compito sarà esaurito. Non ci sarà più bisogno di fare. Non sarà né presto né tardi perché è lui, il Signore del tempo, che deciderà. Chi è dispensato dal servizio non entra nel buio, ma è tolto dal buio del non ancora. Al momento della sua morte l'uomo è un frutto pienamente maturo della riconciliazione operata, in Cristo, il giorno del Venerdì Santo e di Pasqua. La sua vita temporale sarà elevata alla vita eterna non certo secondo i misteriosi ,criteri delle nostre intuizioni, ma secondo la stessa potenza che ha tratto il Signore dalla tomba. Cristo rimarrà la luce perenne del nostro essere».

Renzo Bertalot ha pronunciato queste parole in una riflessione del Convegno di primavera del SAE del 1980 dal titolo Morte e regno di Dio riportata poi in Appendice del volume degli Atti della Sessione estiva successiva: Morte e risurrezione in prospettiva del Regno.

Lo ricordiamo con gratitudine come maestro ed amico, mentre iniziamo a rivisitare i suoi numerosi insegnamenti.

Leggi l’intera riflessione
Leggi il ricordo su Riforma.it