SEGRETARIATO
                 ATTIVITA'
           ECUMENICHE

saenazionale@gmail.com

                        
ASSOCIAZIONE INTERCONFESSIONALE DI LAICHE E LAICI PER L'ECUMENISMO E IL DIALOGO A PARTIRE DAL DIALOGO EBRAICO-CRISTIANO                  

 

 

 


Mario Polastro, prete cattolico a Torre Pellice e a Pinerolo dagli anni del Concilio Vaticano II fino alla sua morte, avvenuta nella notte tra venerdì 25 e sabato 26 settembre 2015, all’età di 76 anni, ci ha lasciato un esempio eloquente di testimonianza dell’l’imperativo evangelico di servire gli ultimi e di aver accolto l’ecumenismo come «dimensione della fede e stile di vita».

È difficile ricordare tutti gli esempi delle scelte che don Mario, uomo mite ma fermo, traduceva nella sua vita. Accenniamo solo a due: d’estate affittava un rustico in montagna per offrire un soggiorno ai ragazzi delle famiglie più povere del quartiere San Lazzaro di Pinerolo, dove era la sua parrocchia, che aiutava non paternalisticamente, ma nei loro sforzi di promozione umana e sociale. Egli è stato animatore di diversi gruppi ecumenici, in particolare quelli di coppie inrteconfessionali, che esperimentano l’ecumenismo nella vita quotidiana.

Era amico del SAE e nella Sessione del 1993, Manderò il mio Spirito su tutti , ha tenuto una meditazione: «Spirito Santo e profetismo dei piccoli», che possiamo rileggere oggi ricordandolo «piccolo profeta» fra i piccoli, che pregano insieme il Salmo 131, che esprime il completo abbandono in Dio di chi prega, come quello del bimbo addormentato in braccio alla mamma, con cui conclude la meditazione.

Leggi La meditazione