SEGRETARIATO
                 ATTIVITA'
           ECUMENICHE

saenazionale@gmail.com

                        
ASSOCIAZIONE INTERCONFESSIONALE DI LAICHE E LAICI PER L'ECUMENISMO E IL DIALOGO A PARTIRE DAL DIALOGO EBRAICO-CRISTIANO                  

 

 

 


 

26 maggio 2016

Il cardinale Loris Francesco Capovilla ha concluso la lunga e feconda parabola della sua vita terrena oggi a Bergamo. Aveva cento anni, compiuti il 14 ottobre scorso. Nato a Pontelongo, in provincia di Padova, era stato ordinato prete il 23 maggio 1940. Per dieci anni, dal 1953 al 1963, è stato segretario particolare di Angelo Giuseppe Roncalli, prima quando questi era patriarca di Venezia e poi come papa Giovanni XXIII.

Da dicembre 1988 viveva a Sotto il Monte, paese d'origine di Angelo Roncalli, dove ha tenuto viva la memoria di Papa Giovanni XXIII ed è stato testimone fedele ed appassionato della ricchezza di grazia del Concilio Vaticano II.

In un suo intervento alla XXX Sessione di formazione del SAE (1992) ci ha lasciato un prezioso saggio della sua passione ecumenica e della sua profonda comprensione della figura di Giovanni XXIII, indissolubilmente legata alla vicenda del Concilio.

«Il SAE partecipa commosso al commiato di Mons. Loris Francesco Capovilla, portando in cuore la profonda riconoscenza per la generosità, la comunione d’intenti e la paternità spirituale con cui egli ha sempre accompagnato e incoraggiato il cammino dell’associazione e, ancor prima che essa venisse formalmente costituita, l’impegno personale della sua fondatrice Maria Vingiani», ha scritto la presidente Marianita Montresor nella lettera ai parenti di mons. Capovilla.

 Leggi la lettera 

Leggi la relazione di L. F. Capovilla: «Gaudet Mater Ecclesia». 11 ottobre 1962–1992: cammino trentennale nel solco aperto da Giovanni XXIII

La foto è stata scattata a Sotto il Monte durante una visita al cardinale L. F. Capovilla in occasione del Convegno di primavera 2011

Vedi le altre foto