Montresor Marianita

  • A Marianita Montresor il Premio Fraternità - Chiara Lubich - Per una cultura di pace

     

     Lunedì 14 marzo 2016, 8° anniversario della morte di Chiara Lubich, fondatrice del Movimento dei Focolari, è stato assegnato alla presidente del SAE Marianita Montresor il Premio Fraternità - Chiara Lubich – Per una cultura di pace.

  • AL CENTRO LA PAROLA

    Martedì 30 luglio 2013, alla Sessione di formazione del SAE. intitolata Condividere e annunciare la Parola, si è incominciata la giornata con la meditazione a gruppi del passo di Luca 4,14-21. 

    Tutti e tutte hanno potuto partecipare e portare il loro apporto alla riflessione e alla preghiera.

    La celebrazione serale, presieduta dal vescovo di Treviso mons. Gianfranco Gardin, è stata una liturgia eucaristica  cattolica

     Per un annuncio comune di Gesù Cristoera il tema della tavola rotonda, coordinata dalla presidente Marianita Montresor, e tenuta dal professor Piero Stefani, docente di Ebraismo alla Facoltà Teologica dell'Italia Settentrionale, dal pastore valdese Pawel Gajewsky di Firenze e da padre Atenagora Fasiolo, prete greco ortodosso di Udine

       

    L’annuncio può essere una via di comunione?”  Sì, - ha risposto Piero Stefani -  - se la centralità è riservata a Gesù Cristo. Tuttavia fin dall’origine ci sono state anche esperienze di divisione (cfr. 1 Cor 1,23-24), potevano essere di pluralità?”  Anche i Vangeli canonici frutto della stessa fede sono quattro e non uno solo. L’annuncio del Vangelo precede il battesimo, quindi l’istanza  di unità da esso espressa è la più radicale.

  • Ancora un lutto

    7 aprile 2015

    Lunedì 6 aprile ci ha raggiunto la dolorosa notizia della morte, a soli 44 anni, della pastora Caterina  Dupré. Lo scorso luglio si era gravemente ammalata e aveva dovuto lasciare la direzione del  Centro ecumenico di Agape,  di cui era responsabile dal 2009 dopo il servizio presso la Chiesa Valdese di Verona, Padova e Trento-Rovereto, condiviso col marito pastore Vito Gardiol a partire dal 2004. Durante la sua permanenza a Verona ho avuto modo di conoscere la sua passione pastorale e la disponibilità al dialogo, testimoniata anche con la partecipazione convinta a  incontri ecumenici  pubblici, oltre che al Coro Ecumenico della città. Dolce e determinata insieme, intelligente e colta, ricca di esperienze pastorali diverse, si era particolarmente interessata di Ortodossia e aveva partecipato a dialoghi bilaterali tra le Chiese Luterane e Riformate della Concordia di Leuenberg e gli ortodossi della KEK. Al SAE la ricordiamo  relatrice in una tavola rotonda  al Convegno di Primavera di Rimini del 2007, che aveva per tema "La luce di Cristo nella spiritualità ortodossa". In questi giorni vicini alla Pasqua la  testimonianza di fede e il  sorriso aperto di Caterina  ci restano nel cuore come invito ad accogliere con maggiore disponibilità la Parola della grazia.  Al marito Vito, alla mamma Anne-Marie e ai familiari tutti va il nostro pensiero e la nostra affettuosa vicinanza per questa grave perdita.

    Marianita Montresor

  • CINQUANTESIMA SESSIONE DEL SAE

    CONDIVIDERE E ANNUNCIARE LA PAROLA.

    Come il Padre ha mandato me così io mando voi(Gv 20,21)

     

    Il SAE– Segretariato Attività Ecumeniche è arrivato alla sua cinquantesima sessione di formazione dal titolo: Condividere e annunciare la Parola, che sarà aperta dalla presidente Marianita Montresor a Paderno del Grappa il 29 luglio 2013.

    Il SAE, fondato da Maria Vingiani, ha iniziato la sua vita pubblica nel 1964 con una Sessione intitolata Ecumenismo e vocazione della Chiesa. Da allora le Sessioni si sono succedute regolarmente e gli Atti ne illustrano il percorso.

    Oltre che occasione di dialogo e approfondimento teologico e culturale, le Sessioni sono luogo di incontro e conoscenza personale, di relazione fraterna, di preghiera comune; e il confronto tra le diverse tradizioni ecclesiali avviene in virtù della testimonianza diretta di loro qualificati esponenti. Non si «parla di» realtà altrui, ma ciascuno esprime sé stesso e ascolta l’altro in un rapporto di autenticità e di reciproca apertura.

     

  • CRONACA DI UNA GIORNATA

    Lunedì 29 luglio 2013, dopo la preghiera e la meditazione, la Presidente Marianita Montresor ha fatto la presentazione della Sessione, intitolata: Condividere e annunciare la Parola  

    mentre Anna Urbani, del Comitato esecutivo del SAE ha introdotto ai Gruppi di studio.   

     

     

     

     

     

     

     

  • Dove sta andando l'ecumenismo?

    28 luglio 2015

    La mattina di lunedì 27 luglio 2015  i lavori della Sessione, intitolata In cammino verso un nuovo ecumenismo, cominciano a pieno ritmo.

    Si aprono con la preghiera e la meditazione di Genesi 18,1-16.

    Miriam Camerini, che doveva guidarla, non avendo potuto essere presente, l'ha inviata con una lettera che è stata letta.

     La presidente Marianita Montresor legge alcuni messaggi di saluto pervenuti da varie personalità fra i quali, come sempre, è arrivato molto gradito quello della fondatrice Maria Vingiani.

     

    Nella presentazione della  Sessione la presidente si è soffermata sul titolo In cammino verso un nuovo ecumenismo;ha  precisato che possiamo parlare di nuovo ecumenismo intendendo ultimamente: "rinnovato dalla potenza dello Spirito"; infatti "l'unità è innanzitutto dono di Cristo e opera dello Spirito"

  • Due amici ci hanno lasciato

    In questo tempo che ci avvicina alla Pasqua, ci raggiungono due notizie dolorose, ma che ci richiamano il mistero che ci apprestiamo a vivere e in qualche modo si offrono come testimonianza alla nostra meditazione e preghiera.

    Ieri mattina il pastore Renzo Bertalot è tornato alla casa del Padre: poche ore dopo, in seguito all’aggravarsi di una malattia diagnosticata solo pochi mesi fa, ci la lasciato la carissima Renata Ilari Zerbino.

    Pensare ad entrambi ci riporta subito al fecondo cammino che, a partire dal Concilio, per l’azione potente dello Spirito, ha portato una ventata di novità, trasformando le relazioni tra le diverse confessioni cristiane in Italia e con i fratelli ebrei.

    Renzo e Renata sono stati partecipi e fautori di questo cammino, testimoni aperti all’azione dello  Spirito: fin dalle origini hanno condiviso il cammino del SAE, stringendo con Maria Vingiani un sodalizio fatto di condivisione di intenti e profonda comunione.

    Al nome del pastore Renzo Bertalot  - che è stato consulente con mons. Sartori dell’Associazione nata da poco ed uno dei fondatori del Gruppo teologico - è legato uno dei frutti più significativi del cammino ecumenico in Italia, la traduzione interconfessionale della Bibbia in lingua corrente, che oltre al traguardo concreto di offrire alla realtà italiana il testo della Bibbia in un linguaggio vicino al nostro tempo, ha significato il costituirsi di una rete di rapporti di fraternità che ha unito pastori evangelici, preti cattolici e ortodossi, e laici di ogni confessione: un fatto che ancora oggi rappresenta uno degli aspetti più qualificanti della realtà ecumenica italiana.

    Renata ha affiancato Maria Vingiani fin dall'inizio: con la sua famiglia è stata l’espressione più limpida di quello che ha cercato di essere il SAE, una realtà di credenti, di famiglie che hanno scelto di accogliere l’appello evangelico e viverlo responsabilmente, mettendo a  frutto i doni ricevuti dal Signore e dai  fratelli.

    Il SAE di Roma e la realtà romana in particolare hanno beneficiato della sua intelligenza e della sua generosa presenza al fianco del marito Rino.

    Riconoscenti al Signore per avere avuto tra noi Renzo Bertalot e Renata  Zerbino, siamo certi che   continuano ad accompagnarci nel nostro cammino verso quella meta che loro già possono godere nella luce del Signore.

    Marianita Montresor - 21 marzo 2015

  • Grazie e arrivederci Marianita

     

    15 novembre 2016

    «Nasciamo da Dio, in Cristo moriamo, torneremo alla vita per opera dello Spirito Santo»

    Così è avvenuto per Marianita questa notte.

    Il silenzio e la preghiera ci accomunano nel ricordo, nel dolore e nella speranza.

    Piero                          

    Per Marianita

    Testi  della celebrazione del rito funebre di Marianita

                          

      

  • I primi passi della Sessione 2016

     26 luglio 2016 

     Preghiera, lettura della Parola (2Re 22, 1-20), canti,diretti da Emanuele Aprile, hanno aperto i lavori della Sessione del SAE 2016, intitolata: "Quello che abbiamo veduto e udito noi l'annunciamo". Tradizione, riforma e profezia nelle chiese.

    Sono risuonate con particolare entusiasmo le parole del Salmo 133 cantate in ebraico: Com’è bello come dà gioia che i fratelli stiano insieme .

      La presidente Marianita Montresor  non è presente per motivi di salute.                
     Viene letta la sua lettera inviata ai soci e alle socie del SAE alla vigilia della Sessione.

  • La morte del Cardinal Martini

    Avuta notizia della morte del Cardinal Martini, la Presidenza nazionale ha inviato alla Curia milanese questo telegramma:

    Il SAE si unisce con profonda commozione al cordoglio per la morte del cardinal Carlo Maria Martini, la cui alta testimonianza di fede e di spirito evangelico ha illuminato il cammino della Chiesa e dell'umanità del nostro tempo. Con particolare riconoscenza per il dono di amicizia e di generosa partecipazione da lui ricevuto, lo ricorda nel Signore, in gioioso rendimento di grazie.

    Marianita Montresor, presidente

     

         Per sottolineare quanto il cammino del SAE sia stato influenzato dal suo
         insegnamento, abbiamo preparato questo ricordo:

    CARLO MARIA MARTINI, UNA LUCE SUL NOSTRO CAMMINO

         e abbiamo messo in rete i testi dei suoi interventi alle nostre sessioni
                                                          (si veda nella sezione Documentazione).

  • Lutto

    Florestana Piccoli Sfredda è tornata alla Casa del Padre. Questo il comunicato della presidente del SAE Marianita Montresor:

    La nostra carissima Florestana Piccoli Sfredda ci ha lasciato questa mattina. Ricordiamo con riconoscenza la sua testimonianza di fede convinta e operosa e la sua passione ecumenica, vissuta per lunghi anni nel SAE con entusiasmo e determinazione,  insieme al marito Emidio. Il suo impegno si è espresso sia a livello nazionale (fu anche vicepresidente dell'associazione), sia in sede locale (è stata a lungo responsabile del gruppo di Rovereto). Siamo vicini con affetto e nella preghiera a Nicola, membro del comitato esecutivo, ad Erica e ai familiari tutti.

  • Nuovo presidente

    Sabato 14 luglio 2012 è stata proclamata nuova presidente del SAE, al posto del presidente uscente Meo Gnocchi

    Marianita Montresor

    attualmente responsabile del gruppo di Verona e membro del Comitato Esecutivo uscente.

    Vai al verbale dello scrutinio