© Albin Hillert/CEC

27 agosto 2016

Quaranta giovani provenienti da quattordici paesi si sono riuniti dal 18 al 22 agosto al Cairo in occasione di un seminario intitolato: «Impegno dei giovani, religione e violenza».

I partecipanti provenienti da Europa, Africa, Asia e Medio Oriente hanno affrontato temi come l'influenza del discorso religioso come contributo al consolidamento della pace e generatore di violente tensioni. Sono stati inoltre invitati a riflettere sul ruolo delle istituzioni religiose e delle facoltà di teologia, come Al-Azhar e l'Istituto Ecumenico di Bossey, al consolidamento della pace.

Sono stati organizzati dibattiti sul contributo di azioni di giustizia sociale e di iniziative interreligiose al consolidamento della pace per rispondere alla sfida della radicalizzazione e dell’estremismo fra i giovani.

Un dialogo si è svolto anche sul concetto di cittadinanza inclusiva e identità religiose, etniche e nazionali. Metà dei partecipanti erano cristiani e metà musulmani.

I giovani hanno potuto incontrare il grande imam della moschea di Al-Azhar, il papa Tawadros II e il segretario generale della Lega araba, che hanno stimolato le domande e il contesto pedagogico.

. Questo seminario, che fa parte di una serie di seminari di formazione continua promossi dal CEC, è il primo a essere stato organizzato nel quadro di una collaborazione interreligiosa con la moschea e l’Università Al-Azhar.

«La religione e la gioventù sono oggi al centro di avvenimenti legati alla violenza e alla radicalizzazione - ha dichiarato Carla Khijoyan, responsabile del programma del CEC sull’impegno dei giovani nel movimento ecumenico - Noi non rispondiamo con la paura e isolandoci, ma, al contrario, ci uniamo, collaborando e camminando insieme nel Pellegrinaggio di giustizia e di pace. I giovani cristiani e musulmani hanno discusso apertamente su temi considerati difficili e sensibili in un’atmosfera di confidenza e di mutua intesa».

I giovani nel movimento ecumenico

Lavoro del CEC per rafforzare il rispetto e la confidenza fra le religioni