Trinità di Rublev

 

Andrej Rublëv
Icona della Trinità
, 1410 circa

 

Il Signore apparve a lui alle Querce di Mamre, mentre egli sedeva all’ingresso della tenda nell’ora più calda del giorno. Egli alzò gli occhi e vide che tre uomini stavano in piedi presso di lui... (Gen 18,1ss.)


notizie ed iniziative sulla celebrazione dell'anniversario della Riforma


DAL MONDO DELL'ECUMENISMO *

* in collaborazione con Il Regno


DAL CONSIGLIO ECUMENICO DELLE CHIESE


 

20 ottobre 2016

 Il Consiglio ecumenico delle Chiese (CEC) ha organizzato una consultazione inter-ortodossa a Cipro, dal 6 al 13 ottobre,  per rispondere al documento di convergenza La Chiesa verso una visione comune, presentato  dalla Commissione Fede e Costituzione del CEC

L’incontro ha avuto luogo nella santa metropolia di Constantia-Ammochostos, à Paralimni.  Il metropolita  Gennadios di Sassima, vice-presidente del Comitato centrale del CEC, e il metropolita Bishoy di Damiette  (Chiesa copta) co-presiedevano la consultazione. Il metropolita  Vasilios de Constantia-Ammochostos, ex presidente e attuale membro della Commissione Fede e Costituzione, ha ricevuto e accolto i partecipanti nella sua diocesi.

Erano presenti trenta gerarchi, preti, diaconi, professori di università, laici (uomini e donne) e giovani, provenienti dalle Chiese ortodosse calcedonesi e dalle Chiese ortodosse orientali, oltre a rappresentanti della Commissione Fede e Costituzione.

Sono stati presi in considerazione e dibattuti la posizione di parecchie Chiese e  gli scritti di teologi ortodossi concernenti il testo. L’obiettivo era quello di formulare una risposta ortodossa comune al documento.

Oltre alle discussioni su diversi soggetti, il programma prevedeva preghiere quotidiane e diverse visite alle parrocchie e ai monasteri locali.

«Dato il carattere unico della tradizione ortodossa, la risposta preparata da questo gruppo inter-ortodosso sarà analizzata con un’attenzione e un interesse particolari»- ha spiegato Odair  Pedroso, direttore della Commissione Fede e Costituzione del CEC.  «Noi speriamo che una migliore conoscenza di ciò che è la Chiesa e di ciò che le Chiese divise devono fare per affermare la loro unità le incoraggerà ad approfondire la comunione fraterna dentro il CEC e oltre»

La Chiesa verso una visione comune cerca di esprimere convinzioni comuni riguardanti la natura e la missione della Chiesa e il cammino che porta verso una maggiore comunione fra le Chiese. Il testo è già stato inviato ufficialmente alle Chiese membro del CEC , che sono state invitate a studiare e a valutare il documento e a inviare le reazioni e le risposte entro dicembre 2016.