Trinità di Rublev

 

Andrej Rublëv
Icona della Trinità
, 1410 circa

 

Il Signore apparve a lui alle Querce di Mamre, mentre egli sedeva all’ingresso della tenda nell’ora più calda del giorno. Egli alzò gli occhi e vide che tre uomini stavano in piedi presso di lui... (Gen 18,1ss.)


DAL MONDO DELL'ECUMENISMO *

* in collaborazione con Il Regno


DAL CONSIGLIO ECUMENICO DELLE CHIESE


            

     

                                                                                                          
  La Chiesa Cattolica L'Ortodossia
  I Valdesi: storia
        e prospettive
I princìpi            
della Riforma
  La Chiesa
    Evangelica
           Luterana
Giovanni Calvino
  La Comunione
Anglicana
Il metodismo
  I Battisti La Chiesa Crist.     
Avventista         
del 7° Giorno

 

Questa sezione del sito del SAE è dedicata alla scuola.
Con questa iniziativa il SAE intende offrire agli insegnanti dei sussidi che possono essere  utilizzati nella pratica d'aula, quando le conoscenze disciplinari che intendono trasmettere vengono a intersecare le diverse confessioni e Chiese cristiane esistenti,o all'interno di progetti multidisciplinari e/o multiculturali attivati nelle loro scuole.

Metodologia di realizzazione
Secondo i principi del SAE, si è proceduto ad interpellare direttamente qualificati rappresentanti delle varie confessioni cristiane, a cui è stata chiesta una breve presentazione della loro Chiesa o Comunità. Successivamente, in fase di redazione, si è operata sul testo una mediazione didattica, con particolare attenzione al linguaggio, e l'introduzione di immagini, anche d'opere d'arte. In quest'ultimo caso, l'immagine è accompagnata dalla lettura teologica  dell'opera stessa.
Questa seconda versione del testo, in forma di “scheda didattica”  è stata infine rivista e approvata definitivamente dall'autore “confessionale”.

Presentazione
Le schede sono liberamente scaricabili e stampabili per l'utilizzo in classe. Alcune, in forma di ipertesto, richiamano ulteriori schede di approfondimento.

Saremo grati agli insegnanti che le useranno e che ci faranno pervenire le loro osservazioni.