SEGRETARIATO
                 ATTIVITA'
           ECUMENICHE

saenazionale@gmail.com

                        
ASSOCIAZIONE INTERCONFESSIONALE DI LAICI PER L'ECUMENISMO E IL DIALOGO A PARTIRE DAL DIALOGO EBRAICO-CRISTIANO                  

 

 

 


Comunione anglicana – Incontro dei primati del Sud globale

S’incontrano al Cairo, in Egitto, dal 3 al 10 ottobre i primati e i rappresentanti di 20 province del Sud globale (Global South), la corrente che all’interno dell’anglicanesimo critica la deriva liberal assunta da alcune regioni su temi come il matrimonio tra omosessuali e la benedizione alle coppie gay (una critica che ha portato in alcune province, per esempio degli Stati Uniti, a introdurre una giurisdizione «parallela» affiliata al Sud globale per le congregazioni o parrocchie che rifiutano il magistero del proprio vescovo). Recentemente l’arcivescovo di Canterbury ha istituito un gruppo di lavoro «per tenere aperto il dialogo» (cf. Regno-att. 18, 2016,561). A sua volta anche il Sud globale annuncia che creerà una task force per studiare la questione delle differenze all’interno della Comunione, poiché gli «strumenti di comunione» hanno mancato di discernere tra verità ed errore, e pertanto vi è un «deficit ecclesiale».

Dialogo anglicano-cattolico – 50° dell’incontro tra Paolo VI e Michael Ramsey

Il 5 ottobre, per celebrare il 50° anniversario dell’incontro tra Paolo VI e l’arcivescovo di Canterbury Michael Ramsey e la nascita del Centro anglicano di Roma, l’attuale arcivescovo di Canterbury Justin Welby e papa Francesco presiedono insieme i vespri nella chiesa romana di San Gregorio al Celio e leggono una Dichiarazione comune, nella quale si afferma l’esistenza di una «comunione certa, sebbene imperfetta, che già condividiamo».

Dialogo cristiano-taoista

La Conferenza internazionale «Cercare la verità insieme: dialogo cristiano-taoista», che si tiene il 15-16 ottobre a Taipei (Taiwan), è organizzata dal Pontificio consiglio per il dialogo interreligioso, dalla Chiesa cattolica di Taiwan, dal Tempio taoista Baoan, dalla Federazione delle Conferenze episcopali dell’Asia (FABC) e dal Consiglio ecumenico delle Chiese (CEC). Il 16 ottobre pubblica una Dichiarazione finale, in cui si ribadiscono il profondo rispetto reciproco e la speranza che «l’incontro nel dialogo tra cristiani e taoisti divenga un faro per il nostro mondo lacerato da guerre, odio, sospetto e paura».

Germania – Pellegrinaggio comune cattolico-luterano in Terra santa

Il pellegrinaggio comune che dal 16 al 22 ottobre porta 9 vescovi cattolici e 9 luterani in Terra santa è «un passo significativo verso la riconciliazione delle due grandi Chiese cristiane in Germania»: lo affermano il 21 ottobre in un congiunto Messaggio di Cristo il presidente del Consiglio della Chiesa protestante in Germania (EKD), il vescovo Heinrich Bedford-Strohm, e il presidente della Conferenza episcopale tedesca (DBK), il card. Reinhard Marx. «La nostra missione comune per il nostro paese – scrivono i due presidenti nel documento congiunto – non è ancora completata. Siamo certi che la festa di Cristo nel 2017 sarà una testimonianza credibile di Dio e ci rafforzerà nel nostro cammino verso la piena unità visibile».

Visita di Cirillo di Mosca all’arcivescovo di Canterbury

Il 18 ottobre, per la prima volta dalla visita di Alessio II a Michael Ramsey nel 1964, il patriarca di Mosca Cirillo si reca in visita privata a Lambeth Palace, nel corso del suo viaggio nel Regno Unito per celebrare il 300° anniversario della diocesi di Sourozh, la Chiesa ortodossa russa in Gran Bretagna e Irlanda. La visita giunge in un momento di tensione tra il Regno Unito e la Russia in campo politico e diplomatico. I due leader, secondo il portavoce di Lambeth Palace, nel loro dialogo hanno riconosciuto le divisioni e riaffermato che la lealtà della Chiesa cristiana va prima di tutto a Gesù Cristo.

Dialogo anglicano-ortodosso orientale

Dal 24 al 29 ottobre la Commissione internazionale anglicana – ortodossa orientale s’incontra ad Antelias, in Libano, per continuare il confronto teologico sullo Spirito Santo, iniziato l’anno scorso (con l’accordo sulla processione dello Spirito Santo e la clausola del Filioque, cf. Regno-att. 10,2015,687); la riflessione si concentra sull’azione dello Spirito Santo nella vita e nella missione della Chiesa, che la rende una, santa, cattolica e apostolica. I due co-presidenti firmano questa seconda parte di Dichiarazione di accordo con il titolo «L’invio dello Spirito Santo nel tempo (economia)»: essa viene inoltrata alle rispettive Chiese per riflessione e commento, dopo di che la Commissione produrrà la Dichiarazione completa con il titolo La natura e l’opera dello Spirito Santo nella sua forma finale.

Dialogo cristiano-induista – Messaggio per Diwali

La festa di Diwali è celebrata da tutti gli indù ed è conosciuta come Deepavali, ossia «fila di lampade a olio». Simbolicamente fondata su un’antica mitologia, rappresenta la vittoria della verità sulla menzogna, della luce sulle tenebre, della vita sulla morte, del bene sul male. La celebrazione vera e propria dura 3 giorni e segna l’inizio di un nuovo anno, la riconciliazione familiare, specialmente tra fratelli e sorelle, e l’adorazione a Dio. In vista della festa, celebrata quest’anno il 30 ottobre, il Pontificio consiglio per il dialogo interreligioso il 25 invia agli indù un messaggio sul tema della tutela della vita familiare: «Cristiani e indù: promuoviamo la speranza tra le famiglie».

Battisti italiani – 60 anni

Si svolge a Chianciano Terme (SI) dal 29 ottobre al 1° novembre la XLIV Assemblea generale dell’Unione battista d’Italia (UCEBI), che quest’anno celebra il 60° anniversario della fondazione nel 1956, quando i battisti italiani divennero autonomi dalla missione americana della Southern Baptist Convention. Il tema è «State fermi in uno stesso spirito, combattendo insieme con un medesimo animo per la fede nel Vangelo (Fil 1,27)». Durante l’Assemblea vengono accolte nell’UCEBI 5 nuove Chiese locali, e viene eletto il nuovo presidente: è Giovanni Paolo Arcidiacono, 68 anni, siciliano. Il battismo raccoglie l’eredità dei movimenti – come quello anabattista e mennonita – della cosiddetta «Riforma radicale», che si distingue da quella «magisteriale» di Lutero, Calvino e Zwingli, e ha come temi principali la sovranità popolare, la libertà di coscienza, la netta separazione tra Chiesa e stato, il battesimo dei credenti e il rifiuto del battesimo dei bambini. L’UCEBI conta attualmente circa 6.000 fedeli e 50 pastori e pastore in un centinaio di Chiese locali.

500° della Riforma luterana – Commemorazione comune a Lund

Il 31 ottobre nella cattedrale luterana di Lund, in Svezia, l’inizio del 500° anniversario della Riforma luterana viene commemorato insieme, per la prima volta nella storia, dalla Chiesa cattolica, rappresentata da papa Francesco, e dalla Federazione luterana mondiale (FLM), rappresentata dal presidente, il vescovo Munib A. Younan, e dal segretario generale, il rev. Martin Junge. Nel corso della preghiera viene firmata una Dichiarazione congiunta, e successivamente – durante un evento pubblico nel vicino stadio di Malmö – Caritas internationalis e FLM Servizio al mondo firmano una Dichiarazione d’intenti per una collaborazione nel servizio ai più poveri ed esclusi.

Daniela Sala