Il Regno

Trinità di Rublev

 

Andrej Rublëv
Icona della Trinità
, 1410 circa

 

Il Signore apparve a lui alle Querce di Mamre, mentre egli sedeva all’ingresso della tenda nell’ora più calda del giorno. Egli alzò gli occhi e vide che tre uomini stavano in piedi presso di lui... (Gen 18,1ss.)


notizie ed iniziative sulla celebrazione dell'anniversario della Riforma


DAL MONDO DELL'ECUMENISMO *

* in collaborazione con Il Regno


DAL CONSIGLIO ECUMENICO DELLE CHIESE


Giubileo della Riforma – Polemiche sul «Documento base» della EKD

Il «Documento base» sui 500 anni della Riforma, elaborato dal Consiglio della Chiesa evangelica in Germania (EKD) con il titolo Giustificazione e libertà e presentato in maggio, solleva qualche polemica e malumore da parte cattolica. Il vescovo di Fulda Heinz Josef Algermissen, vicepresidente della Commissione per l’ecumenismo della Conferenza episcopale tedesca, il 10 luglio si dice «indignato e deluso», perché stando al testo non vi sarebbero motivi sufficienti per festeggiare insieme, e questo nonostante la pubblicazione comune luterana e cattolica del documento Dal conflitto alla comunione. La commemorazione comune luterana-cattolica della Riforma nel 2017 (Regno-doc. 11,2013,353 - Supplemento). Critici anche il card. Walter Kasper, presidente emerito del Pontificio consiglio per la promozione dell’unità dei cristiani, e il vescovo tedesco incaricato per l’ecumenismo, Gerhard Feige. La EKD in novembre dovrà eleggere un nuovo presidente, in quanto Nikolaus Schneider ha dato le dimissioni con un anno di anticipo, ai primi di luglio, per stare accanto alla moglie colpita da una grave malattia.

CEC – Comitato centrale

Dal 2 al 9 luglio a Ginevra si riunisce il Comitato centrale del Consiglio ecumenico delle Chiese (CEC), che delinea le direzioni per il lavoro dell’organismo ecumenico nel prossimo triennio. Il nucleo della riflessione, ispirata al tema «Pellegrinaggio di giustizia e pace» tratto dal Messaggio finale della X Assemblea del CEC (Busan, Corea del Sud, novembre 2013; Regno-doc. 5,2014,185), consiste nel rinnovato impegno verso l’unità cristiana e nella solidarietà con le Chiese in situazioni di conflitto. Vengono approvati alcuni documenti, tra cui una dichiarazione a favore di un mondo libero dal nucleare, una sulla situazione delle Chiese in Iraq, una su Israele e Palestina e una sulla situazione dei diritti umani in Eritrea (Regno-doc. 15,2014,512).

Alleanza battista mondiale – Msiza nuovo presidente

L’Alleanza battista mondiale (ABM), riunita a Izmir in Turchia dal 6 al 12 luglio per l’annuale incontro del Consiglio generale e del Comitato esecutivo, elegge come nuovo presidente per il quinquennio 2015-2020 il pastore sudafricano Ngwedla Paul Msiza. 53 anni, sposato e padre di tre figli, è stato presidente dei battisti di tutta l’Africa e segretario generale dell’Unione battista sudafricana; succede allo statunitense John Upton.

Chiesa d’Inghilterra – Avanti con le donne vescovo

Il 14 luglio il Sinodo generale della Chiesa d’Inghilterra, riunito a York, approva con una maggioranza dei due terzi nelle tre Camere dei vescovi, dei preti e dei laici la legislazione che regolerà la vita della Chiesa d’Inghilterra una volta nominate le donne vescovo (cosa che potrebbe avvenire già dalla fine di quest’anno). Il nuovo regolamento, che due anni fa era stato respinto per pochi voti (cf. Regno-att. 20,2012,661), permette ora alle parrocchie che non vogliono avere un parroco o un vescovo donna di ricorrere alla cura pastorale di un parroco o vescovo uomo. Ormai un terzo del clero anglicano nella Chiesa d’Inghilterra è costituito da donne. L’attuale decisione della Chiesa madre dell’anglicanesimo (mentre altre Chiese anglica ne ordinano già da tempo le donne vescovo) rende più difficili le relazioni ecumeniche con la Chiesa cattolica e con le Chiese ortodosse, che ritengono questo passo una rottura rispetto alla tradizione.

Segretariato attività ecumeniche – Sessione estiva

La 51a Sessione estiva di formazione del Segretariato attività ecumeniche (SAE) è dedicata al tema «Ama il prossimo tuo come te stesso (Lv 19,18). La vita in relazione: prospettive etiche», e si tiene dal 27 luglio al 2 agosto a Paderno del Grappa (TV). Fra i relatori M. Chamla, M. Donà, P. Stefani (cf. in questo numero a p. 000), R. Cima, P. Miorandi, S. Bute, A. Luzzatto, S. Ventura, M. El Ayoubi, G. Cereti, T. Valdmann, F. Ferrario, P. Ricca. Materiali e notizie sono reperibili su www.saenotizie.it. Ai temi dell’etica erano già state dedicate le sessioni del 2011 (le basi dell’etica), e del 2012 (l’etica sociale).

Francesco – Visita al pastore pentecostale Traettino

Il 28 luglio il papa si reca a Caserta per una visita privata al pastore pentecostale e amico di lunga data Giovanni Traettino, della Chiesa pentecostale della riconciliazione. Nell’occasione esprime una richiesta di perdono con riferimento alla persecuzione subita dai pentecostali in Italia in epoca fascista (cf. Regnodoc. 15,2014,482s. Qualche giorno prima della visita, il 19, alcune sigle evangeliche di area pentecostale – Assemblee di Dio in Italia, Federazione delle Chiese pentecostali, Alleanza evangelica italiana, Chiesa apostolica in Italia, Congregazioni cristiane pentecostali – a conclusione della tavola rotonda «Il cattolicesimo contemporaneo: una prospettiva evangelica», tenutasi ad Aversa (CE), con un comunicato stampa esprimono, «a seguito di aperture ecumeniche da parte di ambienti evangelici e pentecostali internazionali e nazionali nei confronti della Chiesa cattolica romana e del suo attuale pontefice», un’indisponibilità al dialogo ecumenico. Una Chiesa come quella di Roma – afferma il comunicato –, che si sente «mediatrice di salvezza», «che si è assunta la responsabilità di aggiungere dogmi» e «che ha il suo cuore in uno stato politico, retaggio di una Chiesa “imperiale” », è «incompatibile con l’insegnamento della Scrittura». Queste differenze teologiche non permettono al momento di «dare inizio e corso a qualsiasi iniziativa o apertura ecumenica nei confronti della Chiesa cattolica romana».

Sinodo valdo-metodista

Dal 24 al 29 agosto, come ogni anno, si svolge a Torre Pellice (TO) il Sinodo delle Chiese valdesi e metodiste. I 180 delegati di Chiese – per metà pastori e per metà laici – affrontano temi che riguardano la vita delle Chiese, la formazione pastorale, il percorso «Essere Chiesa insieme », il progetto della Federazione delle Chiese evangeliche in Italia (FCEI) «Mediterranean Hope», il lancio di un quotidiano on-line da affiancare al settimanale cartaceo Riforma. Il 24, per la prima volta, arriva anche un telegramma di saluto del papa: «Papa Francesco desidera far giungere ai partecipanti il suo saluto fraterno con l’assicurazione della sua vicinanza spirituale. Egli prega il Signore, per intercessione della Vergine Maria, di concedere a tutti i cristiani di progredire nel cammino verso la piena comunione». Nell’ultima giornata viene riconfermato moderatore il pastore Eugenio Bernardini, e vicemoderatore il pastore metodista Luca Anziani.