SEGRETARIATO
                 ATTIVITA'
           ECUMENICHE

saenazionale@gmail.com

                        
ASSOCIAZIONE INTERCONFESSIONALE DI LAICI PER L'ECUMENISMO E IL DIALOGO A PARTIRE DAL DIALOGO EBRAICO-CRISTIANO                  

 

 

 


Gran Bretagna – Verso l’intercambiabilità dei presbiteri anglicani e metodisti

Il Sinodo generale della Chiesa d’Inghilterra, che si svolge dall’8 al 10 febbraio, approva il documento Missione e ministero in alleanza. Rapporto degli organismi Fede e costituzione della Chiesa d’Inghilterra e della Chiesa metodista. In esso si ipotizza una modalità concreta per realizzare quell’intercambiabilità tra i ministri di culto ordinati delle due confessioni, che era stata decisa dalle stesse nel 2014 sulla base della convergenza teologica raggiunta nell’Accordo anglicano-metodista del 2003. Il principale ostacolo consiste nel diverso ordinamento ecclesiale, basato sull’ordinazione nell’episcopato storico per le Chiese anglicane, mentre in quelle metodiste è la Conferenza a ordinare i presbiteri. L’ipotesi è che venga ordinato vescovo il presidente della Conferenza, in modo che nel lungo periodo i nuovi presbiteri avranno tutti ricevuta l’ordinazione episcopale. Il documento ora dovrà essere approvato dalla Conferenza metodista.

Gerusalemme – Leader religiosi su politica fiscale

I leader religiosi delle 13 Chiese riconosciute in un comunicato pubblicato il 14 febbraio respingono la richiesta del municipio di Gerusalemme di pagare le tasse comunali sulle proprietà utilizzate a fini commerciali. Resterebbe esclusa ogni tassazione sui luoghi di culto e di preghiera. I 13 patriarchi e capi delle Chiese di Terra santa considerano la posizione della municipalità contraria alla posizione storica tra le Chiese presenti nella Città santa e le autorità civili che si sono succedute nel corso dei secoli, le quali «hanno sempre riconosciuto e rispettato il grande contributo delle Chiese cristiane, che hanno investito miliardi in Terra santa per costruire scuole, ospedali e case, tra cui molte destinate ad anziani e svantaggiati… Una simile misura danneggia il carattere sacro di Gerusalemme e mette a repentaglio la capacità della Chiesa di condurre il proprio ministero in questa terra a nome delle sue comunità e della Chiesa presente nel mondo intero». E in una decisione inusitata nella storia, per protestare contro «la sistematica campagna contro le Chiese e le comunità cristiane in Terra santa, in flagrante violazione del vigente Status quo» da parte dell’amministrazione locale e contro un progetto di legge che consentirebbe l’espropriazione di terre delle Chiese, la basilica del Santo Sepolcro rimane chiusa dal 25 al 28 febbraio.

Francesco – Lettera ai vescovi cattolici e luterani tedeschi

Il 16 febbraio l’edizione settimanale in lingua tedesca de L’Osservatore romano pubblica la lettera, datata 31 gennaio, che papa Francesco ha indirizzato ai presidenti della Conferenza episcopale tedesca, il card. Reinhard Marx, e del Consiglio della Chiesa evangelica in Germania, Heinrich Bedford-Strohm, a bilancio del Giubileo della Riforma, commemorato insieme dalle Chiese luterana e cattolica nel 2017. Il papa richiama la dichiarazione congiunta delle due Chiese Guarire le memorie, testimoniare Gesù Cristo e afferma: «Sulla base di questo documento di consenso, elaborato con cura nel dialogo ecumenico nazionale e internazionale, possiamo con piena fiducia guardare a un futuro in cui sia conclusa la controversia del XVI secolo, e siano in gran parte eliminate le ragioni delle condanne reciproche. Ma poiché la stabilità e l’irrevocabilità nel dialogo ecumenico non sono scontate, è importante stare attenti a non arretrare rispetto alla comprensione già raggiunta».

Spagna – Rispetto per le religioni

In un comunicato congiunto, pubblicato il 20 febbraio, la Federazione delle comunità ebraiche spagnole, la Conferenza episcopale spagnola, la Commissione islamica di Spagna e la Federazione delle entità religiose evangeliche chiedono «rispetto reciproco per credenti e non credenti», ed esprimono «preoccupazione e tristezza per le costanti e reiterate offese ai sentimenti religiosi dei fedeli delle diverse confessioni».

Muore il predicatore Billy Graham

Il 21 febbraio si spegne a Montreat (USA) all’età di 99 anni il «pastore d’America» Billy Graham, forse il predicatore più conosciuto del XX secolo. Appartenente alla Convenzione battista meridionale, a partire dagli anni Cinquanta annunciò il Vangelo a milioni di persone in tutto il mondo, sia di persona attraverso le «crociate» cittadine, sia per mezzo di radio, stampa e TV. Teologicamente e politicamente conservatore, non assunse atteggiamenti fondamentalisti e rimase nell’alveo del protestantesimo mainstream, con aperture ecumeniche. Fu criticato da molti per l’amicizia intima con molti presidenti, in particolare Richard Nixon.

Germania – Ospitalità eucaristica

La Conferenza episcopale tedesca il 22 febbraio rende noto, al termine dell’Assemblea plenaria, che pubblicherà presto un sussidio per l’ospitalità eucaristica delle coppie interconfessionali.

Concordia di Leuenberg – Nuovo segretario

Il 25 febbraio viene designato il nuovo segretario generale della Comunione di Chiese protestanti in Europa (CPE), conosciuta anche come Concordia di Leuenberg, che riunisce 106 Chiese luterane, metodiste, riformate e unite di 30 paesi europei: è il pastore Mario Fischer, 42 anni, della Chiesa evangelica in Assia (Germania). Succede al vescovo luterano austriaco Michael Bünker.

Papa Francesco visiterà il CEC

Il 28 febbraio la Cancelleria federale svizzera annuncia che il prossimo 21 giugno papa Francesco visiterà il Consiglio ecumenico delle Chiese (CEC) a Ginevra, dopo le visite del 1969 di Paolo VI e del 1984 di Giovanni Paolo II, in occasione del 70° anniversario della fondazione dell’organismo ecumenico. Il 2 marzo, in una conferenza stampa presso la Sala stampa vaticana, il card. Kurt Koch, presidente del Pontificio consiglio per la promozione dell’unità dei cristiani, e il segretario generale del CEC, Olav Fykse Tveit, presentano le iniziative per le celebrazioni dell’anniversario dell’organismo, del quale la Chiesa cattolica non è membro, partecipando però a pieno titolo al Gruppo misto di lavoro, alla commissione teologica Fede e costituzione e alla Commissione per la missione e l’evangelizzazione globale.

Daniela Sala