30 novembre 2016

Il comitato  esecutivo del CEC nella sua riunione in Cina, che ha avuto luogo dal 17 al 23 novembre 2016, ha riconosciuto che l’impegno di cattolici e luterani a continuare a camminare insieme come pellegrini porta un contributo significativo a tutto il movimento ecumenico.

Il comitato esecutivo del CEC ha ravvisato nel documento firmato da papa Francesco e dal vescovo Munib Younan presidente della Federazione Luterana Mondiale (LWF), durante la celebrazione del 500° anniversario della Riforma,  un impegno e una via comune espressi nella pubblicazione "Dal conflitto alla comunione”.

Il comitato esecutivo del CEC ha scritto in una lettera al Pontificio Consiglio per la Promozione dell'Unità dei Cristiani e alla LWF di aver osservato che la commemorazione era stata preparata e messa in atto nello spirito di essere pellegrini insieme, "Il riconoscere la responsabilità per le divisioni del passato, e la condivisione dei doni del Vangelo oggi, erano stati fatti con un senso di umiltà e di impegno a seguire Gesù Cristo insieme”.

L’apertura delle chiese reciproca e come Dio le sta portando a nuove espressioni di unità sono segni di speranza per le chiese e per il mondo, ha scritto il comitato esecutivo CEC, che ha invitato tutte le chiese ad unirsi in un pellegrinaggio di giustizia e di pace .

"Riteniamo che la preghiera comune e l'impegno per la comunione che già voi condividete, è una espressione visibile di come questo pellegrinaggio trovi nuove forme e significato".

Il comitato esecutivo del CEC ha anche riconosciuto che vi è ancora la necessità di rinnovare le sfide della Riforma nel tempo presente. "Ci sono tanti esempi dell’imperativo di affrontare la peccaminosità umana in modo responsabile, e di ricercare un vero pentimento e rifiuto dell'avidità, della violenza e delle azioni di ingiustizia” si legge nella lettera. "Ispirati e rafforzati dalla giustizia e dalla pace di Dio, proseguiamo insieme il nostro pellegrinaggio ecumenico ".

WCC leadership letter to Cardinal Koch, Bishop Munib Younan and Rev. Martin Junge

Tags:  Comitato esecutivo del CEC;  papa FrancescoFederazione luterana mondiale