Il vescovo Bedford-Strohm dona a papa Francesco una Bibbia di Lutero 2017

07 febbraio 2017

Una delegazione della Chiesa evangelica tedesca, guidata dal vescovo presidente Heinrich Bedford-Strohm e acconpagnata dal cardinale Reinhard Marx, presidente della Conferenza episcopale tedesca, ha incontrato papa Francesco lunedì mattina 6 febbraio.

“Sono contento della presenza del Cardinale Marx: che il Presidente della Conferenza episcopale tedesca accompagni la delegazione della Chiesa Evangelica in Germania è frutto di una collaborazione di lunga data ed espressione di un rapporto ecumenico maturato negli anni […] Abbiamo lo stesso Battesimo: dobbiamo camminare insieme, senza stancarci!” ha detto il papa nel dare il benvenuto alla delegazione.

“Ciò che animava e inquietava i Riformatori era, in fondo, indicare la strada verso Cristo – ha sottolineato il papa - . È quello che deve starci a cuore anche oggi, dopo aver nuovamente intrapreso, grazie a Dio, una strada comune. Quest’anno di commemorazione ci offre l’opportunità di compiere un ulteriore passo in avanti, guardando al passato senza rancori, ma secondo Cristo e nella comunione in Lui, per riproporre agli uomini e alle donne del nostro tempo la novità radicale di Gesù, la misericordia senza limiti di Dio: proprio ciò che i Riformatori ai loro tempi volevano stimolare”.

Dopo aver ricordato che purtroppo il proposito rinnovatore ha trascinato con sé anche divisioni e conflitti: “Oggi, invece, rendiamo grazie a Dio perché finalmente, «deposto tutto ciò che è di peso», fraternamente «corriamo con perseveranza nella corsa che ci sta davanti, tenendo fisso lo sguardo su Gesù» (Eb 12,1-2)”, ha detto Bergoglio. E più avanti ha affermato:” nella realtà dell’unico Battesimo che ci rende fratelli e sorelle e nel comune ascolto dello Spirito, sappiamo, in una diversità ormai riconciliata, apprezzare i doni spirituali e teologici che dalla Riforma abbiamo ricevuto”.

Il papa, ricordando il suo viaggio a Lund, in Svezia, il 31 ottobre scorso, ha detto, “ho ringraziato il Signore di questo e ho chiesto perdono per il passato; per l’avvenire desidero confermare la nostra chiamata senza ritorno a testimoniare insieme il Vangelo e a proseguire nel cammino verso la piena unità”.

Il papa, inoltre, ha ricordato alcune significative iniziative ecumeniche delle Chiese in Germania ed ha richiamato con forza alla comune responsabilità nella ricerca dell’unità: “Le differenze in questioni di fede e di morale, che tuttora sussistono, rimangono sfide sul percorso verso la visibile unità, alla quale anelano i nostri fedeli. Il dolore è avvertito specialmente dagli sposi che appartengono a confessioni diverse. In modo avveduto occorre che ci impegniamo, con preghiera insistente e con tutte le forze, a superare gli ostacoli ancora esistenti, intensificando il dialogo teologico e rafforzando la collaborazione tra noi, soprattutto nel servizio a coloro che maggiormente soffrono e nella custodia del creato minacciato. La chiamata urgente di Gesù all’unità (cfr Gv 17,21) ci interpella, come pure l’intera famiglia umana, in un periodo in cui sperimenta gravi lacerazioni e nuove forme di esclusione e di emarginazione. Anche per questo la nostra responsabilità è grande!”

“In nome di Gesù Cristo siamo messaggeri congiunti della misericordia, contro la paura, l’odio, la violenza e l’esclusione”: ha detto nel suo discorso durante l’udienza il vescovo Heinrich Bedford-Strohm, che ha sottolineato la necessità che le chiese cristiane a livello mondiale uniscano le loro voci per incoraggiare i propri paesi ad essere solidali con le persone in fuga da terrore e guerra.

Facendo il punto sull’ecumenismo ha anch’egli sottolineato la realtà del battesimo come punto di partenza per ulteriori passi  verso l’unità, in particolare verso la condivisione dell’eucaristia, problema molto sentito dai fedeli in particolare dalle coppie interconfessionali il cui dolore per la divisione è stato ricordato anche dal papa.

Il discorso di papa Francesco

Maggiori notizie sulla visita in Vaticano

Tags: papa FrancescoLund e MalmöBedford-Strohmchiesa evangelica tedesca